Transilvania on the road e Bucarest in 4 giorni – Itinerario

Transilvania on the road e Bucarest in 4 giorni – Itinerario

Se avete un week-end lungo a disposizione e state cercando una meta davvero interessante ed economica, la Romania può veramente fare al caso vostro!

Quello che vi presento qui è il nostro itinerario per un viaggio-lampo on the road in Transilvania: in appena 4 giorni siamo riusciti a vedere davvero parecchi luoghi interessanti ed abbiamo scoperto un Paese che è stato una vera sorpresa!

Ottima scelta per un viaggio low cost

La Romania è un’ottima scelta se si vuole fare un viaggio senza spendere troppo. Nel nostro caso la scelta della meta è stata dovuta anzi proprio a questo: abbiamo trovato i biglietti aerei nelle date in cui potevamo partire a solo 9,90€. In pratica abbiamo speso 20€ a testa a/r: veramente low cost!

Per non spendere molto avevamo anche pensato inizialmente di spostarci con il treno. Volevamo prendere il treno fino a Sinaia, vedere il castello di Peles e poi proseguire sempre in treno fino a Brasov. Da lì il giorno dopo avremmo visitato il castello di Bran raggiungendolo con l’autobus e poi saremmo tornati a Brasov e da lì a Bucarest. Un itineraio che quindi prevedeva solo una notte in Transilvania ma che ci avrebbe comunque permesso di vedere questi due castelli senza spendere molto.

Romania - Castello di Peles - itinerario

Il magnifico castello di Peles

Affitto dell’auto

Poi però, per curiosità, ci siamo informati sull’affitto della macchina. Ed abbiamo scoperto che noleggiare un’auto in Romania è veramente economico. Considerate che per due giorni di affitto (dalle ore 12 del 2 novembre alle ore 12 del 4 novembre), scegliendo una Polo, abbiamo speso circa 70€, di cui solo 20€ per l’affitto in sè. Il resto comprendeva l’assicurazione con protezione completa, il kilometraggio illimitato ed il conducente addizionale! Spostandoci col treno avremmo ovviamente speso meno, ma noi amiamo i viaggi on the road e la libertà di movimento che ti dà la macchina. Senza contare che così ci siamo potuti costruire un itinerario che ci soddisfacesse di più!

Pasti e pernottamenti

Anche i pernottamenti non sono molto costosi. Noi abbiamo speso 50€ a camera a notte, scegliendo sempre alberghi con ottime recensioni e con la colazione inclusa.

I pasti sono l’altro punto forte. Noi abbiamo mangiato veramente benissimo, la cucina rumena ci è piaciuta molto e l’abbiamo provata ogni giorno cercando dei ristoranti che avessero le migliori recensioni. Eppure, abbiamo sempre speso pochissimo rispetto agli standard italiani.

Insomma, se cercate una meta low cost per un week-end in Europa questa può essere un’ottima scelta!

Romania - Bucarest

Il nostro itinerario

Questo è il nostro itinerario nel dettaglio. Trovate anche fra parentesi il numero di km che abbiamo percorso ciascun giorno. Tenete conto che dipende anche dalle varie soste intermedie fatte lungo la strada. Se non vi convincono molto quelle che abbiamo fatto noi, lasciatevi ispirare dagli appunti nell’ultimo paragrafo di questo articolo! Ed infine tutte le tappe che abbiamo fatto sono segnate nella mappa creata tramite google maps che trovate dopo l’itinerario!

(mi raccomando, per un racconto dettagliato e per vedere tantissime foto, leggete il diario di viaggio!)

  • 2 novembre 2017 – giorno 1 – da Bucarest a Brasov (km fatti: 193)

soste lungo la strada:

    • Sinaia, per vedere il castello di Peles
    • Bran, per vedere il castello di Dracula
  • 3 novembre 2017 – giorno 2 – da Brasov a Sibiu (km fatti: 281)

soste lungo la strada:

    • Zarnesti, per visitare il Libearty – Bear Sanctuary e vedere gli orsi da vicino!
    • Viscri, per visitare una delle famose chiese sassoni fortificate della Transilvania
    • Sighisoara, la cittadina medievale in cui è nato Vlad Tepes, che ha ispirato Dracula!
  • 4 novembre 2017 – giorno 3 – da Sibiu a Bucarest (km fatti: 283)

pomeriggio a Bucarest:

    • passeggiata verso la zona del lago Herastrau, passando vicino all’arco di trionfo
    • visita del “Museo del Villaggio”, un magnifico museo all’aperto
    • tramonto sul lago Herastrau e sosta all’Hard Rock
    • cena e passeggiata lungo Calea Victoriei
  • 5 novembre 2017 – giorno 4 – Bucarest

giornata intera a Bucarest:

    • visita guidata del Palazzo del Parlamento (da prenotare)
    • pranzo a Caru cu Bere
    • visita della chiesa Stavropoleos
    • passeggiata lungo Calea Victoriei fino a piazza della Rivoluzione
    • passeggiata nel centro storico di Bucarest alla scoperta di alcune chiese magnifiche

 

Qualche considerazione

Vorrei anche fare qualche considerazione in più su questo nostro itinerario. Intanto, in Transilvania ed in Romania in generale ci sarebbe moltissimo altro da vedere, e 4 giorni sono sicuramente pochi. È una destinazione che si presta bene anche ad un week-end lungo come questo, ma alla quale si potrebbero facilmente dedicare molti più giorni senza il rischio di annoiarsi.

Nel nostro caso poi hanno giocato un ruolo particolare altri due fattori: la stagione ed un cambio nella scelta dei luoghi da visitare. Infatti quando abbiamo deciso quale giro fare avevamo in realtà in mente di vedere cose quasi completamente diverse da quelle che poi abbiamo scelto… Ma tutto sommato la flessibilità è proprio il bello di un on the road, no?

Romania - Viscri - itinerario

Le colorate casette di Viscri

Poi la stagione: abbiamo fatto questo viaggio a novembre, quando le chiese fortificate sono ormai chiuse (ma non lo sapevamo!) e la cittadina medievale di Sighisoara di cui tutti parlavano benissimo non era certo al suo massimo splendore e ci ha un po’ delusi. Sicuramente con la bella stagione sarebbe stata un’altra cosa. O perfino in inverno avrebbe potuto avere, con la neve, un fascino diverso.

Soltanto che, a saperlo prima, forse avremmo organizzato il nostro percorso in modo un po’ diverso. Magari avremmo dedicato ad una breve visita di Brasov il tempo che invece abbiamo perso per raggiungere Viscri e poi rimanere a bocca asciutta davanti alla porta chiusa della chiesa. Ma pazienza, i viaggi sono anche questo.

Il nostro piano originale

Come ho detto, nel nostro caso c’è stato un cambio quasi all’ultimo momento sui luoghi da visitare. In effetti il piano originale non prevedeva nè la riserva degli orsi di Zarnesti nè la chiesa fortificata di Viscri. E quindi avremmo avuto tempo di visitare Brasov, Sighisoara e Sibiu nel secondo giorno. Noi comunque siamo stati veramente felici di aver dedicato la mattinata al Libearty, quindi è andata più che bene così, ma magari non a tutti interessa vedere gli orsi!

Orsi in Romania - Libearty Bear Sanctuary

Con un giorno in più

Se avete a disposizione un giorno in più di noi, quindi 5 giorni in totale, il mio suggerimento è di fermarvi a dormire a Sighisoara. L’itinerario si modifica così:

  • 1° giorno – da Bucarest a Brasov
  • 2° giorno – da Brasov a Sighisoara
  • 3° giorno – da Sighisoara a Sibiu
  • 4° giorno – da Sibiu a Bucarest
  • 5° giorno – Bucarest

In questo modo, lasciando inalterate le tappe intermedie del primo giorno, nel secondo avete tempo di visitare Brasov, il Libearty e Viscri. Il terzo giorno invece lo potete dedicare a Sighisoara e Sibiu, eventualmente valutando anche una sosta a Biertan dove c’è un’altra chiesa fortificata. E rimane comunque un giorno e mezzo da dedicare alla capitale, tempo più che sufficiente secondo me per vedere le cose più interessanti di Bucarest.

Gli appunti del nostro itinerario

Come faccio sempre, prima di partire ho preparato degli appunti per affrontare il viaggio al meglio, che condivido qui con voi. Per ogni giorno ho segnato tutta una serie di punti di interesse che avremmo potuto decidere di visitare lungo il percorso di quella giornata, annotando anche alcune informazioni come orari di apertura, costi, possibilità di visite guidate.

L’utilità di avere con sè una lista di questo tipo ovviamente non è di ricordarsi di vedere tutto: sarebbe impossibile avendo pochi giorni a disposizione. Piuttosto, è quella di poter cambiare i piani anche lì per lì, senza dover perdere tempo a cercare informazioni sulle alternative possibili. Assolutamente comodissimo in un viaggio on the road!

1° giorno

Tappe itinerario: da aeroporto a Brasov

Cose da vedere:

  • Monastero di Sinaia
  • Castello di Peles (chiuso ogni anno a novembre, ma lo si può comunque vedere dall’esterno)
  • Palazzo Pelisor (orari di apertura dalle 12:00 alle 19,00 da controllare)
  • Fortezza Rasnov (orari di apertura dalle 9,00 alle 18,00)
  • Castello di Bran (è il castello di Dracula, orari di apertura dalle 9,00 alle 17,00)
  • Brasov
  • Prejmer (chiesa fortificata)

2° giorno

Tappe itinerario: da Brasov a Sibiu

Cose da vedere:

  • Libearty Bear Sanctuary Zarnesti (tour in inglese alle 11:00 ed alle 12:00, costo 40 lei, indirizzo: Str. Rovine nr. 7, Brasov, 500075, Romania)
  • Prejmer (chiesa fortificata)
  • Viscri (chiesa fortificata)
  • Saschiz (chiesa fortificata)
  • Sighisoara
  • Biertan (chiesa fortificata)
  • Valea Viilor (chiesa fortificata)
  • Sibiu

Nota: fra le chiese fortificate le più famose sono Biertan e Viscri. Saschiz sta proprio lungo la strada però.

3° giorno

Tappe itinerario: da Sibiu a Bucarest (4 ore di macchina)

Cose da vedere:

  • Sibiu
  • Museo Nazionale del Villaggio (orari di apertura: il lunedì dalle 9,00 alle 17,00, gli altri giorni dalle 9,00 alle 19,00)
  • Hard Rock Cafe
  • Palatul Primaverii (dimora dittatore, orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 17,00)

5 novembre 2017

Tappe itinerario: Bucarest

Cose da vedere:

  • Palazzo del Parlamento (per visita guidata telefonare il giorno prima: Bookings for 1 to 9 people can be made only by phone, 24 hours prior to the visit, between 09:00 – 16:00, at the following telephone numbers: + 40 733 558 102 or +40 733 558 103.)
  • Calea Victoriei
  • Caru cu Bere
  • centro storico (Lipscani)
  • Chiesa Stavropoleos
  • Biserica Curtea Veche (la più antica chiesa di Bucarest)
  • Chiesa della Principessa Balasa
  • piazza della Rivoluzione
  • Therme (aperte tutti i giorni della settimana)

Questo articolo è stato letto 250 volte!